Informazioni

Interventi urgenti Chiocchetti

Chiocchetti in Val di Fassa: ecco tutte le info


2017 raccolta domiciliare imballaggi in plastica e in cartone


Raccolta degli imballaggi in PLASTICA: 
  • Quando? unicamente il MARTEDI’ mattina dal 06-12-16 al 11-04-2017 e dal 20-06-2017 al 1209-2017
  • Come? solo su prenotazione presso i numeri del Gestore Chiocchetti Luigi Srl* da effettuarsi entro le ore 17.00 del giorno prima della raccolta (solo sacchi trasparenti vedi elenco imballaggi ammessi)
  • Nuovi sacchi? solo su prenotazione presso il Gestore*; saranno consegnati 10 o 20 pz. al momento del ritiro degli imballaggi
  • Costo? € 6,70 + I.V.A. 10% (per anno 2016) per ogni passaggio richiesto (Vedi aggiornamenti Tariffe comunali 2017)

Raccolta degli imballaggi in CARTONE:
  • Quando? Dal 06-12-16 al 14-04-2017 e dal 20-06-2017 al 15-09-2017; ALTA VALLE: MARTEDI’ mattina: Gardeccia, Mazzin, Campitello di Fassa e Canazei; BASSA E CENTRO VALLE: VENERDI’ mattina: Moena, Soraga, Vigo di Fassa e Pozza di Fassa
  • Come? solo su prenotazione presso i numeri del Gestore Chiocchetti Luigi Srl* da effettuarsi entro le ore 17.00 del giorno prima della raccolta. Il cartone va conferito in appositi cassonetti forniti dal gestore o in pacchi oppure in roll, comunque impacchettato e ridotto di volume
  • Costo? per ogni passaggio richiesto o materiale raccolto il Comune di riferimento applicherà una tariffa di € 3,35 + I.V.A. 10% (Tariffa 2016; vedi aggiornamenti per il 2017)
  • ATTENZIONE!!! QUANTITATIVO MINIMO DI RACCOLTA mc. 1 (1 metro x 1 metro x 1 metro) di cartone sempre impacchettato e/o legato. Quantità inferiori non saranno raccolte!  

Raccolta degli imballaggi presso Passo Fedaia 
per PLASTICA e CARTONE unicamente il su prenotazione*. 


COSA FARE FUORI STAGIONE? La raccolta della plastica sarà sospesa mentre rimarrà attiva quella del cartone, dal 18-05-2017 al 13-06-2017 e dal 20-09-2017 al 28-11-2017, SOLO il MARTEDI’ mattina per tutta la valle e SOLO SU PRENOTAZIONE*

Si ricorda che è SEMPRE (tutto l’anno) possibile accedere gratuitamente, nei limiti previsti dal regolamento, al Centro Raccolta Materiali CRM del comune di riferimento compilando l’obbligatoria scheda di consegna del rifiuto (informazioni in comune).

* PRENOTAZIONI RITIRO RIFIUTI e sacchi per plastica: 
Unicamente ai recapiti della “Chiocchetti Luigi S.r.l.” di Moena in orario di ufficio 8.00 - 12.00 / 14.00 - 17.00. Non saranno evase richieste pervenute dopo le ore 17.00 del giorno antecedente la raccolta. 
Telefonare al nr. 0462-573410

SERVIZIO SPERIMENTALE DI RACCOLTA DOMICILIARE DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA PRODOTTI DALLE “GRANDI UTENZE NON DOMESTICHE”


L’accesso al servizio implica l’iscrizione, l’accettazione delle sottostanti regole per il conferimento degli imballaggi in plastica nonché il pagamento degli oneri di raccolta. 

REGOLE PER IL CONFERIMENTO
  • La raccolta sarà effettuata settimanalmente nella sola giornata di MARTEDI’ mattina pertanto il materiale dovrà essere preparato la sera prima del giorno di raccolta
  • La raccolta sarà effettuata solo su prenotazione presso il Gestore delle raccolte Chiocchetti Luigi S.r.l. di Moena TELEFONANDO ALLO 0462/573410 ENTRO LE 17:00 DEL GIORNO PRIMA
  • La raccolta sarà effettuata unicamente nei periodi di stagione turistica: dal 06-12-16 al 11-042017 e dal 20-06-2017 al 12-09-2017
  • Negli altri periodi (fuori stagione turistica) la raccolta non sarà effettuata
  • Le utenze non domestiche possono conferire, nei limiti previsti, diversi materiali in forma gratuita e tutto l’anno presso il Centro di Raccolta Materiali comunale di riferimento compilando l’obbligatoria scheda di consegna rifiuto (informazioni in comune)
  • Dovranno essere conferiti unicamente imballaggi in plastica contenuti nell’elenco allegato (vedi seguito)
  • Dovranno essere usati esclusivamente i sacchi trasparenti forniti dal Gestore su prenotazione oppure qualsiasi sacco purché trasparente e di volumetria adeguata
  • Il materiale non sarà ritirato qualora non corrisponda alle caratteristiche elencate in allegato o qualora raccolto in sacchi non trasparenti
  • Il servizio è a titolo oneroso. Potrà essere conteggiata una quota di € 6,70 (tariffa 2016) (IVA 10% esclusa) ad ogni prelievo effettivo di materiale (Vedi aggiornamenti della Tariffa di Integrata Ambientale per il 2017 – comune riferimento)
  • Gli imballaggi in elenco dovranno essere conferiti negli appositi sacchi mentre le cassettine per prodotti ortofrutticoli dovranno essere impilate a lato dei sacchi stessi
  • Dovranno essere impilate a parte anche le taniche (solo rifiuti non pericolosi). Le taniche ed i contenitori etichettati con simbologie relative a rifiuti pericolosi, tossici, nocivi, (T e F), ecc. non saranno ritirati
  • Il materiale dovrà essere preparato la sera prima del passaggio e depositato “a strada” in luogo visibile, libero da impedimenti e facilmente raggiungibile dai mezzi (generalmente nello stesso luogo previsto per la raccolta domiciliare del cartone o dei rifiuti residui)
  • Tutti i materiali in plastica che non rispondono alle caratteristiche in elenco, gli imballaggi sporchi o con evidenti residui, vanno conferiti nel contenitore per il rifiuto residuo oppure smaltiti attraverso le modalità previste dalla normativa per i rifiuti speciali e/o pericolosi
Qualora si verificassero gravi anomalie nei conferimenti del materiale la Direzione del Servizio del Comun general de Fascia si riserva di sospendere la raccolta sperimentale della plastica a tempo indeterminato. Eventuali modifiche, variazioni e sospensioni del servizio saranno comunicate attraverso i Comuni e le associazioni di categoria della Val di Fassa. 

Si consiglia di prenotare sempre il ritiro del materiale plastico telefono al massimo entro le 17:00 del lunedì antecedente il giorno di raccolta (martedì). 
SI! ELENCO DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA CHE SI POSSONO CONFERIRE: 
  • Bottiglie e tappi in plastica di acqua minerale, bibite, oli, succhi, latte, etc.
  • Flaconi o dispensatori di sciroppi, creme, salse, yoghurt, etc.
  • Confezioni rigide per alimenti (scatole trasparenti e vassoi interni ad impronte)
  • Confezioni flessibili per alimenti (affettati, formaggi, pasta fresca, frutta, verdura)
  • Buste e sacchetti per alimenti (pasta, riso, patatine, salatini, caramelle, surgelati)
  • Vaschette porta uova, vaschette per alimenti, carne e pesce; - Contenitori in plastica e polistirolo, reti per frutta e verdura, Film e pellicole alimentari
  • Barattoli in plastica per alimenti in polvere, contenitori per alimenti per animali, coperchi
Sono inoltre accettati ma NON DEVONO PRESENTARE RESIDUI
  • Flaconi per detersivi, saponi e prodotti per l’igiene della casa, della persona, acqua distillata
  • Barattoli per confezionamento di prodotti vari
  • Film e pellicole da imballaggio per beni durevoli
  • Blister e contenitori rigidi (gusci per giocattoli, pile, gadget, etc.)
  • Scatole, grucce appendiabiti e buste derivanti dal confezionamento di abbigliamento
  • Gusci, barre e chips da imballaggio in polistirolo espanso (alimentari e non)
  • Reggette per legature pacchi
  • Sacchi, sacchetti e buste (shoppers, sacchi per detersivi, etc)
  • Vasi e vassoi in plastica per vivaisti (no vaschette rigide da fioriera)
  • Piatti e bicchieri in plastica (no posate)
NO! SONO MATERIALI NON CONFERIBILI: 
  • Rifiuti non compresi nell’elenco di cui sopra
Inoltre: 
  • Qualsiasi imballaggio in plastica con evidenti residui nel contenuto
  • Imballaggi in plastica con etichette relative a rifiuti pericolosi-tossici-nocivi ecc.
  • Manufatti non in plastica, acqua e liquidi diversi
  • Rifiuti ospedalieri e sanitari
  • Beni durevoli in plastica (elettrodomestici, articoli casalinghi, arredi)
  • Giocattoli, contenitori da cucina, secchi, scodelle
  • Cd, musicassette, videocassette e relative custodie
  • Posate in plastica
  • Canne per irrigazione, articoli per il giardinaggio (annaffiatoi etc.)
  • Articoli per edilizia e componentistica ed accessori per autoveicoli
  • Barattoli per vernici, solventi e colle
  • Borse, zainetti e sporte
  • Posacenere, portapenne, penne o matite, gomme
  • Bidoni o cestini portarifiuti
  • Cartelle, custodie, carpette, raccoglitori e cartellette portadocumenti

ELENCO DEI MATERIALI CONFERIBILI


REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA ZONALE (C.R.Z.) “RAMON” NELLA FRAZIONE DI PERA A POZZA DI FASSA 


Autorizzato con determinazione del Dirigente del Settore Tecnico n. 221 di data 29.12.2008 dall’Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente della Provincia Autonoma di Trento. 

Art. 1 - Utenze ammesse al C.R.Z.: 
Hanno diritto ad accedere al C.R.Z.:
  • Gli utenti domestici produttori di rifiuti pericolosi e non pericolosi che abbiano sede o residenza nel territorio della Val di Fassa e che siano regolarmente iscritti nei ruoli per la Tariffa di Igiene Ambientale (T.I.A.)
  • Le utenze non domestiche produttrici di rifiuti non pericolosi assimilati agli urbani, che abbiano sede nel territorio della Val di Fassa e che siano regolarmente iscritte nei ruoli per la T.I.A e/o convenzionate con il Soggetto Gestore
  • Le utenze non domestiche produttrici di rifiuti speciali non assimilati prodotti nel territorio della Val di Fassa che siano regolarmente convenzionate con il Soggetto Gestore; Per “Soggetto Gestore” si intende il Comprensorio Ladino di Fassa - C11
Il personale addetto alla gestione ed alla custodia del C.R.Z. può chiedere in qualsiasi momento la documentazione che attesti il diritto ad utilizzare l’impianto ed in mancanza di esibizione della documentazione può allontanare l’utente. 


Art. 2 - Tipologie di rifiuti che si possono conferire al C.R.Z.: 
Possono essere conferiti al C.R.Z. i rifiuti rientranti nelle tipologie indicate nell’Allegato 1. 


Art. 3 - Obblighi e divieti per le utenze. 
Le utenze hanno l’obbligo di: 
  • Conferire i rifiuti direttamente o tramite soggetti regolarmente autorizzati
  • Conferire solo le tipologie di rifiuti per le quali sono autorizzate
  • Compilare, qualora si tratti di utenza non domestica, il formulario di identificazione dei rifiuti, secondo le modalità previste dalla normativa vigente
  • Essere in regola, qualora si tratti di utenza non domestica, con le iscrizioni al trasporto di rifiuti in conto proprio e in conto terzi previste dall’Albo Gestori Ambientali della C.C.I.A.A.
  • Conferire al C.R.Z. rifiuti assimilati o speciali assimilabili nelle quantità massime stabilite, che possono essere derogate solo a seguito di espressa autorizzazione da parte del Soggetto Gestore
  • Accedere alla pesa ordinatamente, rispettare gli orari e la segnaletica e seguire tutte le indicazioni visive o impartite dal personale addetto alla gestione operativa del C.R.Z.
  • Sostare all’interno della struttura solamente per il tempo necessario al conferimento dei rifiuti
  • Mantenere un adeguato contegno al fine di non provocare disagio alle persone presenti ed agli operatori del C.R.Z.
E’ vietato agli utenti: 
  • Conferire i rifiuti a mezzo di altri soggetti terzi non autorizzati
  • Conferire rifiuti speciali senza l’autorizzazione al trasporto in conto proprio e senza il formulario di identificazione (se il trasporto lo richiede)
  • Arrecare danni alle strutture, alle attrezzature e quant’altro presente nel Centro
  • Abbandonare qualsiasi tipo di rifiuto al di fuori dei contenitori, se non espressamente indicato
  • Introdurre nei contenitori tipologie di rifiuti diversi da quelli previsti
  • Effettuare qualsiasi operazione di prelievo e cernita del materiale presente nei contenitori
  • Introdursi all’interno dei contenitori adibiti alla raccolta dei materiali 
 

Art. 4 - Obblighi del personale custode ed addetto alla gestione dell’impianto. 
Il Personale addetto alla gestione operativa ed alla custodia del C.R.Z. è tenuto a: 
  • Controllare il rispetto di quanto indicato nel presente Regolamento
  • Assistere le utenze alle operazioni di pesatura e conferimento dei materiali
  • Astenersi dal costituire cumuli di rifiuti al di fuori delle superfici specificatamente individuate
  • Astenersi da qualsiasi forma di cernita dei materiali conferiti se non strettamente finalizzata al miglioramento della qualità degli stessi e della raccolta differenziata
  • Astenersi dal trattenere per se stessi o per altri, materiali o rifiuti di qualsiasi natura
  • Astenersi da qualsiasi forma di commercio di rifiuti o attività similari non connesse alle normali prestazioni del servizio
  • Conferire all’interno dei contenitori i rifiuti che risultassero al di fuori dei contenitori stessi
  • Non miscelare categorie diverse di rifiuti
  • Mantenere pulito il Centro, compresi i locali interni
  • Verificare periodicamente le vasche a tenuta stagna, il separatore di oli, la rete di raccolta delle acque e provvederne alla loro pulizia
  • Gestire l’impianto idraulico, con particolare attenzione al’impianto antincendio e all’apertura/chiusura dei pozzetti
  • Gestire i mezzi e le attrezzature in consegna, destinate ai servizi, provvedendo al loro periodico controllo e alla loro manutenzione ordinaria
  • Osservare e far osservare scrupolosamente tutte le norme di sicurezza
  • Osservare le norme previste per la tutela della privacy
  • Segnalare al Soggetto Gestore qualsiasi violazione del Regolamento
  • Respingere le utenze domestiche che conferiscono rifiuti provenienti da attività eseguite da terzi
  • Respingere trasportatori di rifiuti non autorizzati, dandone comunicazione al Soggetto Gestore
  • Respingere utenti che conferiscono rifiuti non autorizzati, dandone comunicazione al Soggetto Gestore
  • Respingere utenti che conferiscono rifiuti senza il formulario di identificazione rifiuti, dandone comunicazione al Soggetto Gestore
  • Respingere utenti non appartenenti all’ambito della Val di Fassa, dandone comunicazione al Soggetto Gestore (se non regolarmente convenzionati)
  • Respingere utenti segnalati o persone estranee, dandone comunicazione al Soggetto Gestore


Art. 5 - Corrispettivo del servizio: 
Il pagamento del servizio avviene secondo il tariffario approvato dal Soggetto Gestore e riguarda solo i rifiuti speciali assimilabili, ammessi in convenzione, conferiti dalle utenze non domestiche che superino i limiti per l’assimilazione ordinaria prevista dalla Tariffa di Igiene Ambientale (T.I.A.). La relativa fattura, che prevede il termine di pagamento, viene rilasciata in base alle qualità e quantità riportate sul formulario di identificazione rifiuti al momento del conferimento. Il pagamento avverrà nei termini e nei modi stabiliti dalla convenzione. 


Art. 6 - Sanzioni: 
Ogni violazione al presente regolamento sarà sanzionata in base alle leggi nazionali e provinciali in materia, nonché secondo l’apposito Regolamento per la gestione dei rifiuti nel territorio della Val di Fassa. 
ALLEGATO 1. 
MATERIALI AUTORIZZATI ALLO STOCCAGGIO PROVVISORIO NEL C.R.Z.

ISOLA ECOLOGICA


COrretta pratica nello smaltimento dei rifiuti
Per info e preventivi, scrivere a info@chiocchetti.com
Share by: